I migliori integratori per dimagrire la pancia

Scritto da: Gabriella Vico

|

Le hai provate tutte ma non riesci proprio a sbarazzarti di quegli antiestetici depositi di grasso che rovinano la tua silhouette? 


Sono tantissime le persone che cercano di ridurre lo spessore del pannicolo adiposo situato sopra i muscoli addominali, ma soltanto in poche riescono a centrare quest'obiettivo. 


La maggior parte di loro prova a seguire una dieta, allena l'addome per qualche settimana, ma nonostante l'impegno profuso, non ottiene i risultati sperati. 


E, a causa della frustrazione, torna rapidamente alle cattive abitudini, cedendo alla tentazione di un buon dessert o di un aperitivo con gli amici.


Purtroppo, devo svelarti una verità difficile da mandare giù: gli accumuli di adipe situati su pancia, fianchi e glutei sono i più difficili in assoluto da eliminare. 

Inoltre, se ancora non ne fossi al corrente, è impossibile bruciare il grasso soltanto in un'area specifica del corpo. 


Tuttavia, ho anche qualche buona notizia: esistono sostanze completamente naturali in grado di aiutarti ad ottenere più velocemente ciò che desideri. 


Quindi, rimboccati le maniche, inizia ad allenarti con criterio e aiutati con gli integratori per dimagrire la pancia descritti di seguito. I risultati non tarderanno ad arrivare!

I 10 migliori integratori per dimagrire la pancia

Si dà il caso che tutti gli integratori per dimagrire la pancia che possono fare al caso tuo siano inclusi nel nostro Pack Snella 30 Giorni


Ebbene sì, dopo aver selezionato le sostanze più efficaci in assoluto, abbiamo deciso di combinarle insieme per creare una linea di prodotti che possa aiutare le persone come te ad eliminare il grasso ostinato e a recuperare la forma fisica di un tempo. 


Ma quali sono queste sostanze e quali le caratteristiche che contribuiscono a renderle così speciali?

Estratto del frutto di lampone (Rubus idaeus)

L'estratto di lampone è un potente brucia grassi naturale. 


Parliamo di un superfood dalle qualità straordinarie, salito di recente alla ribalta grazie ad alcuni studi condotti dal medico statunitense Mehmed Oz. 


Secondo il dottor Oz, l'estratto di lampone sarebbe in grado di ridurre il tessuto adiposo attraverso la sua capacità di velocizzare il metabolismo. 


In particolare, i ricercatori hanno evidenziato una correlazione tra l'assunzione del chetone di lampone e l'aumento dell'adiponectina e della noradrenalina. 


Pertanto, si è capito come l'impatto ormonale dell'estratto di lampone, se inserito in una dieta ipocalorica, possa facilitare la riduzione del tessuto adiposo.

Tè verde

Il tè verde è noto fin dai tempi più remoti per i suoi effetti benefici sull'organismo e per la sua spiccata azione antiossidante. 


Contiene quantità elevate di polifenoli, tra cui l'epigallocatechina gallato (EGCG), in grado di ridurre il danno cellulare, con ricadute positive su tutto l'organismo. 


Proprio grazie alla presenza delle catechine, al tè verde vengono attribuite importanti proprietà anti-tumorali. 


Inoltre, questa bevanda garantisce benefici al sistema cardiovascolare e respiratorio, accelera il metabolismo degli zuccheri e dei grassi, facilita il calo ponderale e aumenta la diuresi, risultando efficace anche in caso di ritenzione idrica e cellulite.

Guaranà

Il guaranà viene ricavato dai semi di Paullinia Capuana, pianta originaria del bacino del Rio delle Amazzoni. 


Ciascun frutto contiene semi che, una volta essiccati, vengono macinati e trasformati in una pasta scura particolarmente ricca di caffeina. 


Quest'ultima dona al guaranà importanti proprietà tonificanti e stimolanti. 

Tra gli effetti più comuni derivanti dall'assunzione di guaranà figurano una maggior capacità di concentrazione, una percezione ridotta della fatica, un aumento della frequenza cardiaca e una migliorata capacità dell'organismo di ossidare i substrati energetici. 


Per i motivi appena elencati il suo uso viene spesso consigliato nelle cure dimagranti.

Carnitina

La L-Carnitina è un derivato amminoacidico sintetizzato a livello epatico, che migliora il trasporto dei grassi ai mitocondri, affinché possano essere trasformati in energia. 


Per far sì che l'organismo umano produca carnitina è necessario assumere due aminoacidi essenziali come la Lisina e la Metionina, oltre a quantità sufficienti di Niacina, Vitamina C, Vitamina B6 e Ferro. 


Da qualche anno, però, questo integratore per dimagrire la pancia può essere assunto anche per via esogena, in modo da aumentarne la disponibilità. 


Sono tanti gli integratori a base di carnitina presenti in commercio e tra questi spicca Slim di Snella


Come accennato, la carnitina è in grado di migliorare l'ingresso degli acidi grassi a catena lunga nei mitocondri, all'interno dei quali vengono ossidati per produrre energia, ma anche di ridurre la concentrazione ematica di trigliceridi e incrementare i livelli di colesterolo HDL.

Nicotinamide

Ampiamente studiata in relazione a diverse condizioni cliniche, tra cui la pellagra, favorita proprio da una sua prolungata carenza, la Nicotinamide è nota anche come Vitamina B3 o Vitamina PP. 


Questa sostanza svolge un ruolo fondamentale nell'economia cellulare, poiché favorisce le corrette reazioni di ossido-riduzione, necessarie nella sintesi dei carboidrati, delle proteine e degli acidi grassi. 


Inoltre, garantisce la sopravvivenza e la proliferazione delle cellule. 

Alcuni studi ne hanno dimostrato l'efficacia in termini di riduzione dei sintomi causati dalla sindrome da stanchezza cronica.

Tè nero

La teobromina e la teofillina contenute al suo interno fanno sì che il tè nero possa vantare spiccate proprietà eccitanti e stimolanti. 


La teobromina, in particolare, esercita una funzione dilatatoria e cardiocinetica sui vasi coronari, mentre la teofillina è in grado di stimolare il sistema nervoso centrale e il miocardio. 


Entrambe le sostanze vantano anche discrete proprietà diuretiche e drenanti


Secondo studi recenti, il consumo regolare di tè nero può favorire una riduzione dei livelli di colesterolo nel sangue. Infine, la presenza di caffeina migliora la combustione dei grassi.

Fiori di ibisco

L'ibisco, meglio noto con il nome di Karkadè, è un arbusto diffuso lungo le coste dell'Oceano Indiano e prevalentemente in India, Sri Lanka e nel Corno d'Africa. 


È in grado di regolare l'appetito ed eliminare liquidi e tossine in eccesso


La sua spiccata azione drenante è supportata dalla presenza di buone quantità di antiossidanti, in grado di migliorare l'efficienza del sistema immunitario. 


Alcuni studi, inoltre, suggeriscono la capacità dei fiori di ibisco di trattare l'ipertensione, riducendo la pressione sistolica e diastolica. I fiori di ibisco sarebbero in grado di ridurre anche i livelli plasmatici di trigliceridi e colesterolo LDL.

Radice di cicoria

La radice di cicoria contiene discrete quantità di calcio, ferro, acido cicorico, colina ma, soprattutto, inulina. 


Quest'ultima favorisce la digestione, regolarizza la funzionalità intestinale, migliora l'assorbimento di minerali quali il magnesio, il ferro e il calcio, regola i livelli di zucchero nel sangue e riduce la concentrazione di colesterolo e trigliceridi.


Infine, combinata con le altre sostanze presenti nella radice di cicoria, favorisce l'eliminazione delle tossine e la proliferazione dei batteri "buoni" nell'intestino.

Radice di tarassaco

Un buon integratore per dimagrire la pancia e ridurre la ritenzione idrica non può prescindere dall'uso della radice di tarassaco. 


L'impiego del tarassaco come sostanza depurativa risale all'antichità, essendo uno degli ingredienti più comuni nella medicina tradizionale di moltissimi popoli. 


Alla pianta sono attribuite interessanti proprietà digestive, diuretiche e toniche. Proprietà imputabili soprattutto alla presenza di triterpeni, flavonoidi e inulina. 


Tali molecole stimolano il processo di coniugazione delle tossine, facilitando l'eliminazione di tutti i metaboliti in grado di danneggiare l'organismo. 


Anche la sua spiccata attività diuretica favorisce l'eliminazione delle tossine, oltre che la riduzione della ritenzione idrica e, quindi, della cellulite.

Fico d'India

Anche l'uso del fico d'India affonda le radici nell'antichità e, in particolare, nelle tradizioni del popolo azteco. 


Nell'attuale Messico, i fiori del fico d'India vengono usati per alleviare i sintomi della cistite, in virtù delle loro proprietà diuretiche; ai frutti, invece, è riconosciuta la capacità di regolare la glicemia. 


Anche la sua marcata azione antiossidante, dimostrata da studi eseguiti presso le Università di Palermo e Gerusalemme, ha attirato l'attenzione di medici e nutrizionisti. 


Le principali sostanze antiossidanti contenute nel frutto sono l'indicaxantina e la betanina. Allo stesso modo, la scienza ha confermato l'attività diuretica e detossificante del fico d'India, valutata da una ricerca condotta presso l'Università di Messina.

Perché è importante perdere il grasso della pancia?

dimagrire la pancia

Assumere un buon integratore per dimagrire la pancia non è soltanto un vezzo per apparire più in forma. 


Un addome piatto, oltre che bello da vedere, aiuta a rimanere in buona salute. 


E il motivo è semplice. Nelle altre parti del corpo il pannicolo adiposo è situato appena al di sotto della pelle (il cosiddetto grasso sottocutaneo), mentre sull'addome i depositi di grasso tendono ad accumularsi anche sotto i muscoli e intorno agli organi interni (grasso viscerale). 


Proprio quest'ultima tipologia di grasso presenta rischi elevati, poiché in grado di aumentare nel lungo periodo la possibilità di sviluppare il diabete e alcune malattie cardiovascolari.



Secondo uno studio realizzato presso l'Università di Harvard, il grasso viscerale produce citochine, molecole di natura proteica capaci di innescare infiammazioni che rappresentano un importante fattore di rischio per numerose condizioni croniche. 


Inoltre, il grasso addominale e quello viscerale sarebbero in grado di aumentare la produzione di un particolare precursore dell'angiotensina, una proteina in grado di favorire l'aumento della pressione sanguigna e la costrizione dei vasi. 


Secondo uno studio effettuato nel 2019 e condotto su un vasto campione di donne d'età compresa tra i 45 e i 79 anni, ad un girovita ampio corrisponde un rischio più elevato di sviluppare malattie cardiache.



Altri ricercatori hanno individuato nel grasso viscerale uno dei principali fattori predisponenti all'Alzheimer e ad altre tipologie di demenza. Il rischio di sviluppare tali malattie aumenterebbe quasi di 3 volte nei soggetti con rilevanti quantità di grasso addominale. L'unica notizia positiva è che, a differenza del grasso sottocutaneo, particolarmente difficile da eliminare, quello viscerale può essere ridotto in maniera relativamente rapida. 


Per capire se sei un soggetto a rischio o meno, puoi provare a misurare la circonferenza del tuo addome: questa, infatti, non dovrebbe superare i 94 centimetri negli uomini e gli 80 nelle donne. 


Ovviamente, per una valutazione più dettagliata dei rischi legati alla presenza di grasso viscerale, è utile rivolgersi al proprio medico di fiducia.

Allenarsi con costanza, adottare un'alimentazione sana e assumere un buon integratore per dimagrire la pancia, può aiutare chiunque a sbarazzarsi del grasso addominale


Uno dei fattori decisivi nella riduzione del girovita è mangiare in maniera corretta. Cosa vuol dire? 

La regola principale è impostare un deficit calorico, che consiste nell'ingerire meno calorie di quante se ne consumano normalmente. 


Per ridurre l'apporto calorico è fondamentale leggere le etichette ed evitare i cibi e le bevande in cui si nascondono calorie inutili. Snack, dolci, prodotti in scatola, bibite gassate e zuccherate contengono tantissime calorie, senza apportare nutrienti utili all'organismo.

Per ottenere una pancia piatta e, perché no, un addome scolpito, è necessario anche l'allenamento. A tal proposito, va sottolineato ancora una volta come il dimagrimento localizzato non esista. 


È impossibile eliminare il grasso sulla pancia allenando soltanto i muscoli addominali. Un metodo collaudato per perdere peso e aumentare la massa magra è alternare allenamenti aerobici e sessioni con i pesi. Sport come il nuoto e il ciclismo impattano poco sulle articolazioni e, per questo, sono consigliati soprattutto a chi è in forte sovrappeso. 


Tuttavia, allenare i muscoli con i sovraccarichi offre parecchi benefici: quello più importante è che più muscoli si hanno e più calorie si riusciranno a bruciare.


Infine, se l'obiettivo è incrementare il consumo energetico, eliminare i liquidi e le tossine in eccesso e fare il carico di energie, può essere molto utile bere tanta acqua e abbinare alla propria alimentazione un integratore efficace come Pack Snella 30 Giorni


La linea Pack Snella è composta da prodotti realizzati con ingredienti di origine naturale ed è stata pensata appositamente per ridurre la ritenzione idrica, combattere la cellulite, eliminare la sensazione di gonfiore e aumentare il dispendio calorico giornaliero. 


Esibire un corpo tonico e un aspetto più atletico è possibile!

Gabriella Vico

Sportiva professionista per più di 20 anni, Coach Fitness e Coach nutrizionale, dottoressa in Scienze Motorie e Sportive, condivido con i miei lettori tutte le mie conoscenze e le mie astuzie per aiutarli a vivere a lungo, con una miglior forma fisica ed un’ottima salute.

Instagram