i 10 sintomi della menopausa

Scritto da: Gabriella Vico

|

Quali sono i segnali tipici della menopausa? E in che modo andrebbero gestiti? 


Normalmente, i sintomi della menopausa includono alcuni disturbi temporanei, che possono dar luogo a dubbi e preoccupazioni. 


Se il segnale più noto è l'irregolarità del ciclo mestruale, a questo possono accompagnarsi altre manifestazioni più o meno frequenti, tra cui sudorazione notturna, vampate di calore, dolori muscolari, mal di testa, ansia, irritabilità, palpitazioni e così via. 

Meno+ :  Prodotto naturale per la menopausa


Contribuisce al benessere generale combattendo gli effetti indesiderati della menopausa grazie a 24 principi attivi.


  • Riduce la frequenza e l'intensità delle vampate di calore
  • Migliora la salute delle ossa per combattere l’osteoporosi
  • Migliora l'umore generale
  • Riduce il nervosismo e l'ansia
  • Allevia i crampi e i dolori muscolari
  • Migliora la qualità del sonno
  • Migliora la produzione di collagene per una pelle più elastica

Ma a che età inizia la menopausa? Nonostante le statistiche suggeriscano come l'esordio della menopausa avvenga intorno ai 51 anni, spesso alcuni dei sintomi tipici fanno la loro comparsa prima dell'età indicata.


In effetti, è molto difficile prevedere l'andamento della menopausa: ogni donna rappresenta un caso a sé stante. 


Nonostante questa condizione possa manifestarsi attraverso un ampio ventaglio di sintomi, non è detto che questi compaiano tutti insieme e con la stessa intensità. 


In ogni caso, non c'è nulla di cui preoccuparsi: il consiglio è di vivere nella maniera più serena possibile un cambiamento fisiologico che spesso origina soltanto sintomi lievi e assolutamente gestibili. 


In base alle conoscenze attuali, la menopausa vera e propria ha inizio circa un anno dopo l'ultimo ciclo mestruale ed è originata da un sensibile calo nella produzione di estrogeni e progesterone. 


In genere, questo evento biologico si colloca tra la fine dei 40 anni e l'inizio dei 50. 


I sintomi della menopausa tendono a manifestarsi in un intervallo di tempo compreso tra i 45 e i 55 anni.


Tuttavia, alcune donne sperimentano la cosiddetta menopausa precoce, una condizione che può comparire addirittura prima del quarantesimo anno d'età. 


Questa può avere cause naturali o iatrogene e interessa mediamente l'1-2% delle donne. 

Tra le cause indotte figurano l'asportazione chirurgica delle ovaie e la soppressione ovarica tramite farmaci o radioterapia. 


Nei due terzi dei casi, la menopausa precoce è considerata idiopatica, in quanto il medico non riesce ad individuare la causa all'origine della condizione e l'analisi cromosomica non presenta alcuna alterazione particolare (non risulta nessuna anomalia genica che predisponga alla menopausa precoce). Tornando ai segnali che annunciano l'esordio di questa condizione, ecco i 10 sintomi della menopausa cui prestare attenzione.

Vampate di Calore

Probabilmente si tratta del segnale più noto e descritto in letteratura tra quelli legati alla menopausa


Generalmente, le vampate di calore sono brevi e intense ed interessano soprattutto il petto, il collo e il volto. Sono legate ai cambiamenti ormonali in atto e compaiono più spesso durante il ciclo mestruale. 


Tuttavia, intensità e frequenza variano da donna a donna. Le vampate di calore possono essere così intense da interrompere il sonno e condizionare la qualità del riposo notturno.

In genere, diventano più frequenti nei mesi che seguono l'ultimo ciclo, per poi attenuarsi progressivamente, fino a scomparire del tutto nella fase di post-menopausa. 


Possono durare fino a 2 anni, sebbene esistano casi documentati in cui si sono protratte fino a 14 anni dall'ultimo ciclo mestruale. 


È quanto afferma uno studio del Wake Forest Baptist Medical Center della Carolina del Nord, pubblicato sulla rivista Jama Internal Medicine.

Disturbi del Sonno

Il peggioramento della qualità del sonno deriva soprattutto dai cambiamenti ormonali in atto e, in parte, dalle vampate di calore notturne, che possono causare risvegli improvvisi. 


A volte, alla sudorazione notturna possono accompagnarsi anche fastidiose palpitazioni. 


Anche in questo caso è molto importante avere pazienza e, perché no, dedicare del tempo ad attività rilassanti come lo yoga, il pilates e la meditazione, in grado di distendere corpo e mente.

Irregolarità Mestruali

Uno dei segnali più evidenti della menopausa è costituito dall'irregolarità del ciclo mestruale. 


Anche in questo caso, i cambiamenti che possono manifestarsi variano da donna a donna: il ciclo, infatti, può diventare più o meno frequente (facendo la sua comparsa a meno di 25 giorni dall'ultimo ciclo oppure tornando dopo diversi mesi di assenza) e più o meno abbondante. 


Quanto detto è da ritenersi assolutamente normale e non deve destare preoccupazioni. 


Tali cambiamenti possono durare anche diversi anni, ovvero finché le ovaie non avranno cessato definitivamente la loro attività ormonale.

Secchezza Vaginale

Con questa espressione, i medici indicano una condizione caratterizzata dal rinsecchimento e dall'assottigliamento della mucosa vaginale. 


Questo sintomo della menopausa è causato dalla riduzione degli estrogeni e, almeno inizialmente, può provocare lievi fastidi quali prurito, disagio e persino dolore durante i rapporti sessuali. 


L'uso di prodotti topici a base di estrogeni può aiutare ad alleviarne i sintomi. 


Inoltre, possono tornare utili appositi liquidi idratanti e lubrificanti.

Sbalzi d'Umore

Ansia, calo dell'umore, irritabilità e stanchezza sono in gran parte legati ai cambiamenti ormonali e al peggioramento della qualità del sonno. 


In genere, tali sintomi si manifestano poco alla volta e tendono ad aggravarsi parallelamente al deterioramento della qualità del sonno. 


Può accadere che ci si senta più inquiete del solito, più nervose o meno tolleranti verso figli, colleghi e superiori. 


Anche in questo caso, per recuperare l'equilibrio perduto, possono tornare utili attività distensive come lo yoga e la meditazione.

Diminuzione della Libido

Il calo del desiderio sessuale è una logica conseguenza dei bassi livelli di estrogeni che caratterizzano la menopausa. 


Ciò nonostante, va detto come questa fase della vita possa andare tranquillamente d'accordo con la normale vita di coppia. 


Molto dipende dal rapporto con il partner e dalla propria capacità di raccontarsi e dialogare in modo sincero e aperto. 


Naturalmente, qualche battuta d'arresto nella propria vita intima è da mettere in conto, trattandosi di un momento piuttosto critico. 


A tal proposito, è bene sottolineare come il calo del desiderio sia una manifestazione più psicologica che fisiologica: spesso, infatti, deriva dalle proprie insicurezze e paure, più che dall'alterazione dei vecchi equilibri biologici. 


In ogni caso, si tratta soltanto di una fase temporanea, che è possibile gestire e superare con successo!

Aumento di Peso e Metabolismo Lento

Quando ci si avvicina ai 50 anni è bene mettere in conto un possibile rallentamento del metabolismo


Anche in questo caso, però, non si tratta di una regola valida per tutte le donne. 

Ma a cosa è dovuto questo evento e in che modo affrontarlo? 


Gli squilibri ormonali tipici della menopausa possono peggiorare il metabolismo basale di una persona, il cui organismo tenderà a bruciare meno calorie a riposo di quanto faceva in passato. 


Tuttavia, parliamo di differenze trascurabili e porre rimedio a tali alterazioni non è affatto difficile. 


Bastano un po' di impegno e un lieve aumento della spesa calorica giornaliera. 

Una dieta sana, una vita attiva e un paio d'ore settimanali di attività fisica in più, ti aiuteranno a dimagrire e risolvere un problema solo apparentemente complesso!

Secchezza della Pelle e dei Capelli

La menopausa può avere ripercussioni di carattere estetico, tra cui un aumento del peso, la comparsa delle rughe, una riduzione della massa muscolare, una perdita di lucentezza da parte delle unghie, una maggiore secchezza dei capelli e della cute, combinata a una perdita di tono ed elasticità. 


Tutti questi segnali sono legati alle alterazioni ormonali, i cui effetti includono determinate modifiche a carico dei tessuti connettivi.

Perdita di Massa Ossea

Sebbene la perdita di massa ossea e l'osteoporosi siano due sintomi tardivi, legati all'esaurimento degli estrogeni in circolo nell'organismo, è bene prevenire eventuali problemi. 


In seguito alla menopausa, la perdita di massa ossea può aumentare fino a raggiungere l'1-5% annuo. 


Un segnale da non sottovalutare è l'aumento dei dolori articolari. 


Per ridurre la portata del problema e prevenire i possibili fastidi associati, è necessario dedicare del tempo all'attività fisica e adottare una dieta varia ed equilibrata, ricca di calcio e vitamina D. 


Anche esporsi al sole tutti i giorni per qualche minuto può aiutare a sintetizzare meglio la vitamina D, elemento fondamentale per la salute delle ossa.

Cambiamenti Cognitivi

Cali di concentrazione e deficit di memoria sono tipici della menopausa


Finora la scienza non ha chiarito quali possano essere le cause alla base di questi sintomi, ma gli specialisti hanno formulato alcune ipotesi. 


I protagonisti sarebbero ancora una volta gli estrogeni: da alcuni studi scientifici, infatti, è emerso come anche il cervello sia ricco di recettori per gli estrogeni. 


Nella maggior parte dei casi, si tratta di sintomi passeggeri, che tendono a scomparire nella fase post-menopausa. 


Le stesse ricerche hanno scoperto come tali cambiamenti cognitivi siano più frequenti nelle donne che sperimentano vampate di calore e sudorazione notturna.

Meno+ :  Prodotto naturale per la menopausa


Contribuisce al benessere generale combattendo gli effetti indesiderati della menopausa grazie a 24 principi attivi.


  • Riduce la frequenza e l'intensità delle vampate di calore
  • Migliora la salute delle ossa per combattere l’osteoporosi
  • Migliora l'umore generale
  • Riduce il nervosismo e l'ansia
  • Allevia i crampi e i dolori muscolari
  • Migliora la qualità del sonno
  • Migliora la produzione di collagene per una pelle più elastica

In che modo alleviare i sintomi della menopausa e vivere al meglio questa fase così delicata della propria esistenza? 


Curare l'alimentazione, aumentare l'apporto di calcio e vitamina D e fare attività fisica almeno 3 volte a settimana possono aiutare ad affrontare la menopausa e ad alleviarne la maggior parte dei sintomi. 


Anche l'integrazione può rivelarsi un valido supporto, a patto che ci si affidi a prodotti sicuri ed efficaci, realizzati con ingredienti testati e di origine naturale. 


È il caso di Meno+, integratore alimentare per la menopausa dedicato a tutte coloro che necessitano di un prodotto in grado di alleviare determinate manifestazioni.


Meno+ aiuta a ridurre la frequenza e l'intensità delle vampate di calore, a migliorare l'umore e la salute delle ossa, a ridurre ansia e irritabilità, ad alleviare crampi e dolori muscolari, a migliorare la qualità del sonno e ad incrementare la produzione di collagene. 


Assumendo questo integratore a base di Vitamina C, Ferro, Zinco, Vitamine del Gruppo B, Ashwagandha e Ginkgo Biloba, riuscirai a tenere sotto controllo la maggior parte dei sintomi della menopausa, a ridurre i livelli di stress e a conservare una pelle tonica ed elastica. Provare per credere!

Gabriella Vico

Sportiva professionista per più di 20 anni, Coach Fitness e Coach nutrizionale, dottoressa in Scienze Motorie e Sportive, condivido con i miei lettori tutte le mie conoscenze e le mie astuzie per aiutarli a vivere a lungo, con una miglior forma fisica ed un’ottima salute.

Instagram